DPCM 03/11/2020, art. 1, comma 9, lett. s). Sospensione attività formative CUR ed esami finali

Si rende noto che, in ottemperanza a quanto previsto dal DPCM 03/11/2020, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica, n. 275 del 04/11/2020, in particolare l’art. 1, comma 9, lett. s), dove è previsto che “I corsi di formazione pubblici e privati possono svolgersi solo con modalità a distanza”, a partire dal 06/11/2020 e fino al 03/12/2020, sono SOSPESE TUTTE LE ATTIVITÀ FORMATIVE IN PRESENZA (parte teorica d’aula / parte pratica / laboratorio / stage / esercitazione pratica in contesto di lavoro) di tutte le edizioni corsuali già avviate dei Progetti iscritti al Catalogo Unico Regionale (CUR), ferma restando, in ogni caso, eventuale ulteriore proroga della sospensione o di interruzione della stessa a seguito di successivi provvedimenti del Presidente del Consiglio dei Ministri o del Presidente della Regione.

Si ribadisce la possibilità di concedere l’autorizzazione allo svolgimento di attività formative a distanza, sia per le edizioni corsuali già avviate, sia per l’avvio di nuove edizioni corsuali, SOLO IN SOSTITUZIONE DELLA PARTE TEORICA D’AULA, nei modi e nei tempi di cui alla Nota di questo Ufficio del 24/03/2020, ove non sia stata già concessa altra autorizzazione, nonché nel rispetto di quanto previsto da eventuali Accordi e/o Intese in materia, siglate a livello di Conferenza Unificata, Stato/Regioni o Regioni e Province autonome.

Nello specifico si ricorda che:

• l’attività di formazione a distanza (FaD/e-Learning) che potrà essere autorizzata dovrà prevedere l’utilizzo di modalità di comunicazione “SINCRONA” (“aule virtuali telematiche”, “webinar”, “videoconferenze”, ecc.) tra docenti e partecipanti, seguendo il calendario programmato;

• il soggetto attuatore dovrà assicurare, imprescindibilmente, la tracciabilità dell’attività formativa a distanza e della presenza dei partecipanti per il tramite della piattaforma SINCRONA che dovrà garantire un collegamento CONTINUATIVO, senza interruzioni e la registrazione delle singole lezioni che dovranno essere conservate ai fini dei controlli dell’Ufficio scrivente obbligatoriamente per un massimo di 30 (trenta) giorni successivi alla data della lezione stessa; inoltre le stampe GIORNALIERE dei report automatici prodotti dalla piattaforma SINCRONA dovranno essere vidimate e timbrate dal docente e dal legale rappresentante dell’OdF e conservate nel fascicolo di edizione; in caso di attività formativa già avviata in presenza, dovranno essere compilate anche le pagine dell’RDG a cui allegare i report di cui sopra;

• il ricorso alla formazione a distanza dovrà essere richiesto, sempre e solo nell’attuale situazione emergenziale determinata dal Covid-19, successivamente alla ricezione della presente e ESCLUSIVAMENTE mediante PEC all’indirizzo gestionecur@pec.regione.basilicata.it, specificando: a) elementi identificativi del progetto formativo (IST Progetto e n. edizione); b) descrizione delle soluzioni tecnologiche adottate per realizzare l’attività didattica a distanza e per tracciare le presenze dei partecipanti; c) calendario rimodulato di svolgimento delle attività didattiche a distanza.

Per gli OdF ai quali è già stata concessa l’autorizzazione per l’erogazione di attività formative a distanza (sincrone), si chiede di trasmettere ESCLUSIVAMENTE all’indirizzo gestionecur@pec.regione.basilicata.it i calendari aggiornati fino al 03/12/2020, ove non fossero ancora terminate le attività.

Sono sospesi, infine, tutti gli esami finali delle edizioni corsuali, fatti salvi gli esami finali, laddove sia possibile svolgerli a distanza ove previsto dalla normativa vigente, relativi a edizioni corsuali già terminate alla data odierna o che termineranno a distanza nel periodo di vigenza del sopra citato DPCM.

Nella gestione delle attività di FaD sincrona, ivi inclusa la conservazione della registrazione delle lezioni, il soggetto attuatore deve ottemperare a quanto previsto dal Regolamento (UE) 2016/679, del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che ha abrogato la Direttiva 95/46/CE (Regolamento generale sulla protezione dei dati)”, e dal D.Lgs. n. 101/2018, che ha adeguato il D.Lgs. n. 196/2003, con riferimento a tutti i soggetti interessati: destinatari/partecipanti, responsabile dell’edizione corsuale, risorse professionali (docenti e non docenti) impegnate nella realizzazione dell’intervento, e, ove del caso, referente di progetto (se diverso dal responsabile dell’edizione corsuale), esperti di contenuto, genitori, tutori o curatori.